Immmagini di Pinzolo

Pinzolo: interventi di miglioria sulla montagna




10.01.2010, di G. Ciaghi (letto 3191 volte)

Proprio nei giorni scorsi, espletate le pratiche burocratiche necessarie ed approvati i relativi progetti esecutivi, sono stati finanziati con 234.544, 94 euro i lavori per la sistemazione e, ove necessario, per la costruzione delle tre strade-piste al servizio dei pascoli delle malghe di Patascoss, di Ritort e di Milégna. Sono alpeggi di alta quota sulla montagna che unisce Sant'Antonio di Mavignola a Madonna di Campiglio con splendida vista sul Brenta. L'intervento fa parte del Piano di Sviluppo Rurale del 2010.
L'assessore Luciano Caola ha voluto predisporre il tutto per tempo, in modo da appaltare subito le opere così da aprire i cantieri ancora in primavera, non appena si saranno sciolte le nevi. In questo contesto verranno rifatti anche i ponti sul Rio Colarìn e sul Rio Casinél lungo la strada Patascoss – Ritort. Si trovano nel tratto che venne chiuso al traffico automobilistico durante l'estate scorsa con accesso tramite trenino su gomma, servizio messo a disposizione dal comune di Pinzolo ed apprezzato moltissimo sia dai locali sia dagli ospiti. Verranno inoltre realizzati dalla squadra forestale alcuni interventi su stradine e sentieri di montagna che si sviluppano nei boschi di questa montagna (Sintér dai Siori fino a Milégna e a malga Ritort, sentiero che da Ghilord sopra Mavignola porta al forte di Claemp) e nella montagna dirimpetto (strada Cavrados – masi Valàgola ed altre...). Costi a carico del comune per il 25%, danaro prelevato dal fondo delle migliorie boschive, e a carico della Pat per il 75%. Il fondo delle migliorie boschive, costituito dal 10% delle entrate realizzate con la vendita del legname, quest'anno ha avuto un incremento notevole per Pinzolo. Infatti l'amministrazione civica è riuscita ad alienare tutti i lotti a un prezzo remunerativo (53 euro a mc), incassando ben 490.647 euro a fronte di una previsione di 260.000 euro. La differenza è dovuta al fatto che si sono tagliati ben 9.145 mc di piante, rispetto ai 5.600 mc previsti dalla ripresa forestale annua, necessari a predisporre le tracce per le telecabine e per l'approntamento delle piste del collegamento funiviario Pinzolo – Madonna di Campiglio ormai in fase di ultimazione. Sempre in primavera si metterà mano ad un'altra opera di spessore, un intervento che attende da anni: la bonifica della frana del Credàc che incombe sopra l'abitato di Sant'Antonio di Mavignola a valle del forte di Claemp. L'iniziativa, prevista nel bilancio dei lavori pubblici del 2009 e finanziata con 50.000 euro nella scorsa sessione forestale, può ora contare su altri 100.000 euro, ottenuti dalle società delle funivie di Campiglio e di Pinzolo per compensare l'allargamento di alcune piste con i dovuti rimboschimenti. Tale importo consentirà di sistemare al meglio ed una volta per sempre il versante di quella montagna, opera indispensabile a valorizzare il forte austroungarico di Claemp, il cui recupero è già in fase avanzata grazie ai volontari della Pro loco e al sostegno del comune.

pascolo di malga Ritort
Turismo in Trentino

Ultime news pubblicate:

» Indice generale delle notizie



Cerca nel sito
Pagina FBPagina Twitter

Calendario eventi Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena



Campanedipinzolo.it - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy