Immmagini di Pinzolo

La scoperta dell'acqua calda!!!




12.01.2011, di Diego Binelli (letto 2212 volte)

Leggo oggi sul giornale l’Adige nella cronaca delle Valli Giudicarie e Rendena un articolo nel quale si rileva un’ipotetica incompatibilità della carica di Presidente della Comunità delle Giudicarie con quella di Consigliere di Amministrazione della Trentino Sviluppo spa, società della Provincia Autonoma di Trento.
Aimè spiace purtroppo apprendere queste notizie dalla stampa sempre quando ormai “i buoi sono scappati”, eh si perché nella campagna elettorale delle elezioni per la Comunità di Valle forse a qualche cittadino avrebbe fatto piacere sapere questa particolarità dell’allora candidata Presidente.
Purtroppo pero', come troppo spesso succede, la stampa ne da notizia soltanto dopo l’avvenuto svolgimento del turno elettorale, nonostante qualcuno, nel caso di specie il sottoscritto, avesse più volte sottolineato questa probabile incompatibilità nei propri incontri pubblici nel mese di ottobre 2010.
La prima domanda che pertanto oggi dobbiamo porci è: come mai a suo tempo la stampa non diede rilievo alcuno a questa piccola peculiarità, seppur presente alle riunioni pubbliche del sottoscritto? Entrando nel merito del problema posto, ma veramente dopo quanto avvenuto per l’assessore Tiziano Mellarini al quale fu rilevata una simile incompatibilità, successivamente abrogata dalla giustizia, ancora dobbiamo meravigliarci dei “doppi incarichi” assunti dagli amministratori facenti riferimento al centrosinistra trentino?
Al contrario di quanto dichiarato alla stampa dalla Presidente Ballardini circa la sua possibile ricandidatura nel cda di Trentino Sviluppo spa, io non ho alcun dubbio che continuerà a ricoprire i due incarichi; non trovo nulla di nuovo in questo perché è stata votata dai giudicariesi quando già questo ruolo ce l’aveva.
E’ inutile sollevare il problema adesso giusto per vendere qualche copia di giornale o per far finta di aver scoperto “l’acqua calda”. Le cose vanno dette quando i cittadini posso scegliere, non dopo che hanno scelto.
E nemmeno si puo' dire che la cosa non era risaputa perché, come già detto, qualcuno l’aveva detto circa tre mesi or sono!
Ad ogni buon conto, dato che questi soldi spesi per gli amministratori sono soldi anche nostri, noi pretendiamo che lo stipendio percepito dalla Presidente della Comunità delle Giudicarie sia uno stipendio guadagnato, non uno stipendio per un Presidente part-time.
Pertanto ci adopereremo affinché la sua presenza presso questo nuovo Ente, che abbisogna di enorme tempo per farlo camminare, sia una presenza giornaliera, costante ed assidua, utilizzando tutti gli strumenti a disposizione delle minoranze per perseguire questo obiettivo.
Se qualcuno pensa di mangiare i soldi di tutti con incarichi su incarichi ed una presenza di “facciata”, beh noi delle Lega Nord Trentino a questo ci opporremo con tutte le forze, perché crediamo che il ruolo di amministratore pubblico debba essere svolto a tempo pieno e non certo quale “passatempo”.
Diego Binelli
Consigliere Comunità delle Giudicarie
Turismo in Trentino

Ultime news pubblicate:

» Indice generale delle notizie



Cerca nel sito
Pagina FBPagina Twitter

Calendario eventi Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena



Campanedipinzolo.it - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy