Immmagini di Pinzolo

Alcune osservazioni critiche all'editoriale del Sindaco Cereghini




16.08.2016, di Marco Salvaterra (letto 1972 volte)

Il Foglio del Comune di Pinzolo - Luglio 2016

Cari concittadini di Pinzolo, Sant’Antonio di Mavignola e Madonna di Campiglio,
per la prima volta dall’insediamento della nuova amministrazione il “Foglio” del nostro Comune torna in tutte le Vostre case.
Questo periodico, nato con l’idea di informare la popolazione su specifici argomenti ritenuti di maggior interesse per la collettività, si è ben presto trasformato in una vetrina scintillante dove la carta patinata ed una veste grafica particolarmente ricca supplivano alla mancanza di contenuti in grado di catturare veramente l’interesse dei lettori.
Sindaco e Assessori hanno a lungo esercitato un dominio assoluto sugli argomenti da trattare, trasformando di fatto il “Foglio” in un opuscolo propagandistico ad uso della sola maggioranza.
Ci è quindi apparso chiaro, fin dal primo momento in cui abbiamo affrontato l’argomento “Foglio”, che le cose dovevano cambiare in maniera radicale perché altrimenti tanto valeva decidere di sospenderne la stampa, destinando queste risorse ad altro.
Ma a noi le sfide piacciono.
Abbiamo quindi deciso di rivoluzionare da cima a fondo questa pubblicazione e con il contributo di tutti ci riusciremo.
La prima cosa che noterete è la nuova veste grafica, più sobria e sicuramente più consona ai tempi di crisi chestiamo vivendo.
Ma è sui contenuti che vogliamo intervenire radicalmente.
Il comitato di redazione ha deciso innanzitutto che se il “Foglio” vuole essere il vero periodico del Comune di Pinzolo, in esso devono trovare spazio tutte le forze politiche rappresentate in Consiglio. A pensarci bene, non è nulla di straordinario. Si tratta solo di una scelta democratica. D’ora in poi anche l’opposizione potrà quindi esprimere liberamente su queste pagine il proprio punto di vista su determinati argomenti e, perché no, le proprie critiche alla maggioranza. A qualcuno potrà sembrare una cosa da poco, ma prima non era così.
Se vogliamo però che il “Foglio” diventi un vero periodico del Comune non possiamo limitarlo alle sole questioni amministrative.
Rivolgo quindi un invito alle molte Associazioni che operano nella nostra collettività ed a tutti i concittadini affinché contribuiscano, con il materiale che riterranno più opportuno, ad arricchire questa pubblicazione.
Affido alle vostre mani questo primo numero del “Foglio” con l’auspicio che, svincolandosi dalla sua vecchia connotazione di mezzo di comunicazione a senso unico tra amministrazione e cittadini, sappia fin dalla prossima uscita trasformarsi in un periodico costruito con il contributo di tutti.
Se riusciremo a far evolvere il “Foglio” in questa direzione, non avremo solo una pubblicazione più interessante e di piacevole lettura per tutti noi, ma ci meriteremo anche la gratitudine dei tanti “pinzuler” che, per scelta o per necessità, vivono lontano dal nostro bellissimo paese e sono sempre avidi di notizie che lo riguardano.
Buona lettura
.

Questo l'Editoriale del Sindaco Michele Cereghini nel numero di Luglio 2016 de "Il Foglio del Comune di Pinzolo".

________________________________________

Egr. Sig. Sindaco di Pinzolo,

innanzitutto la ringrazio per aver spedito a tutti i cittadini di Pinzolo il nuovo numero del "Foglio". E' sempre un piacere leggere notizie, informazioni e curiosità che riguardano il proprio Comune.

Mi permetta però alcune osservazioni.

1) Lei afferma che il Foglio si era trasformato (immagino per colpa della precedente Amministrazione) "in una vetrina scintillante dove la carta patinata ed una veste grafica particolarmente ricca supplivano alla mancanza di contenuti"; pertanto avete deciso di rivoluzionare da cima a fondo questa pubblicazione. Ho confrontato l'ultimo numero con uno vecchio (in particolare quello di Aprile 2014) e non ho trovato però differenze sostanziali. Il giudizio sulla grafica è soggettivo (è cambiato il Responsabile Editoriale: prima era Damiano Rito, ora è Carola Ferrari). La qualità della carta, all'apparenza, sembra molto simile. Forse c'erano più immagini, ma anche questa può essere una diversa scelta comunicativa. Il costo complessivo della pubblicazione è stato inferiore? Ritengo poi che l'aspetto gradevole di una rivista non sia necessariamente segnale di mancanza di contenuti.

2) Scrive inoltre che il Foglio "non possiamo limitarlo alle sole questioni amministrative". Anche da questo punto di vista non mi sembra ci siano stravolgimenti. Difficile distinguere tra le pagine dell'Amministrazione e le altre. Anche nel Foglio del 2014 c'era molto spazio per la "vita di paese", con diversi articoli a firma della Redazione o di altri autori.
Una curiosità: ho contato il numero di foto con il Sindaco: nel numero di Luglio 2016, 9 foto con Michele Cereghini (più una di spalle); in quello di Aprile 2014, 11 con William Bonomi (più una di spalle).

3) Infine, lei afferma che "D’ora in poi anche l’opposizione potrà quindi esprimere liberamente su queste pagine il proprio punto di vista". A tal proposito, leggo con piacere che ci sono due consiglieri dell'opposizione nel Comitato di Redazione ma non ho letto critiche (ma questa non è una colpa dell'attuale maggioranza). Mi sembra, però, che anche nel precedente Comitato di Redazione ci fosse stato qualche "non allineato". Ma onestamente mi sembra utopistico pensare a un semestrale di informazione che ospiti articoli fortemente critici nei confronti della maggioranza (qualcuno si ricorda il "Cuccurucucu Paloma" degli Anni Novanta?). Questo, forse, sarebbe possibile se la redazione fosse realmente libera e indipendente. Ma in quel caso, l'editoriale non sarebbe a firma del Sindaco, ma del Direttore, non crede?

Cordiali saluti,

Marco Salvaterra

Turismo in Trentino

Ultime news pubblicate:

» Indice generale delle notizie



Cerca nel sito
Pagina FBPagina Twitter

Calendario eventi Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena



Campanedipinzolo.it - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy