Immmagini di Pinzolo

Al Museo Mille Miglia una 'fuoriserie' del Circo Bianco




19.11.2016, di 3trecampiglio.it (letto 1245 volte)

Al Museo Mille Miglia una “fuoriserie” del Circo Bianco
Fascino, storia e velocità all’ordine del giorno nell’incontro fra la 3Tre e la mitica gara di auto d’epoca a Brescia

Al primo impatto, potrebbe sembrare che fra la Mille Miglia e la 3Tre di Madonna di Campiglio – la classica dello slalom di Coppa del Mondo di Sci Alpino – non esistano chissà quanti e quali punti di contatto. Invece, come spesso accade, basta una serata come quella di venerdì 18 Novembre al Museo Mille Miglia di Brescia per scoprire che due manifestazioni dalla grande storia e un fascino che va certamente al di là dello sport si somigliano, in fondo, più di quanto sembri.

Proprio come la Mille Miglia per le competizioni automobilistiche, lo slalom di Madonna di Campiglio – che quest’anno tornerà in scena nella consueta veste notturna giovedì 22 Dicembre – rappresenta la gara più classica e più antica del panorama sciistico italiano, alla quale si legano storie e nomi di campioni a metà fra la leggenda e il mito. Ancora come la Mille Miglia, la sua storia ha attraversato anni difficili, e una risalita che l’ha portata a ritrovare, dal 2012 in avanti, il più grande palcoscenico dello sci mondiale. E oltretutto, Madonna di Campiglio è la “casa” della Winter Marathon, la competizione per auto d’epoca da molti ritenuta la “Mille Miglia d’Inverno”.

La storia della Classica di Madonna di Campiglio è stata fra i temi al centro della serata ospitata dal Museo Mille Miglia, e alla quale hanno preso parte, fra gli altri, il Presidente del Comitato 3Tre Lorenzo Conci, il Presidente dell’APT Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena Adriano Alimonta e il Direttore di Funivie Campiglio Francesco Bosco. Proprio la storia consegna quest’anno alla 3Tre due ricorrenze importanti: i 50 anni della Coppa del Mondo FIS di sci alpino, di cui Madonna di Campiglio fece parte già nella prima edizione datata 1966/67, e i quarant’anni del podio tutto italiano del 1976 sul Canalone Miramonti (Fausto Radici, Piero Gros e Gustav Thoeni, nell’ordine) che segnò uno dei momenti più alti del fenomeno della “Valanga Azzurra”. E un pezzo della sua storia la 3Tre lo ha portato anche a Brescia: l’ultimo vincitore italiano sul Canalone Miramonti, il livignasco Giorgio Rocca, da anni divenuto anche testimonial della gara di Campiglio.

“Io ho vinto nel 2005, e soprattutto per un atleta italiano la 3Tre è qualcosa di incredibile. In pista si sente il pubblico davvero vicino, un pubblico che ti domanda di vincere per loro, per tutti. Farlo esplodere nel boato di quel 12 Dicembre è qualcosa che mi resterà sempre dentro. Ma anche vissuta da spettatori, la 3Tre è un’esperienza da non perdere: è davvero tanto di più di una “semplice” gara di sci.”

L’anno scorso, la 3Tre ha sfiorato il traguardo dei 16.000 spettatori sulla pista, un riferimento che punta a superare grazie anche agli interventi sullo Ski Stadium, che hanno ampliato l’area del parterre ed esteso la Tribuna 3Tre ad oltre 1000 posti a sedere. I lavori hanno riguardato anche la pista, andando ad aggiungere un cambio di pendenza nella fase finale che andrà a rendere ancora più spettacolare l’ultima volata verso lo striscione del traguardo. “Come ogni anno, abbiamo cercato di offrire qualcosa in più al pubblico che sceglierà di vivere la 3Tre dal cuore di Campiglio, così come a chi la guarderà dagli schermi di tutto il mondo – racconta il Presidente del Comitato 3Tre Lorenzo Conci, - l’augurio è quello di poter proseguire anche quest’anno in un trend positivo, e magari di poter accogliere a Campiglio tanti degli amici che abbiamo incontrato questa sera a Brescia.”

Un evento globale che porta risultati sul territorio, come ricordato dal Presidente dell’APT Madonna di Campiglio – Pinzolo – Val Rendena Adriano Alimonta: “La 3Tre è il più importante evento nel nostro territorio, e il nostro impegno trova ogni anno grande soddisfazione nella visibilità internazionale che il Circo Bianco porta alla nostra località, e anche dal flusso di turisti attratto da un evento sempre più ricco, e che quest’anno prende il via a tutti gli effetti già da mercoledì 21, con il sorteggio dei pettorali e numerosi side events.”

Dal Direttore di Funivie Campiglio Francesco Bosco è arrivato invece l’invito a vivere Madonna di Campiglio sci ai piedi già a partire da questo fine settimana, con l’apertura degli impianti fissata proprio per Sabato 19 Novembre. “Per noi è importantissimo essere stati in grado di anticipare i tempi e offrire al pubblico già 10 km di piste in ottime condizioni. Anche il Canalone Miramonti è già innevato, e continueremo a lavorare per un’altra edizione di grande successo.”

Il programma della 3Tre 2016 si aprirà mercoledì 21 Dicembre, quando alle 19.00 avrà luogo in Piazza Righi il sorteggio dei pettorali dei primi 15 atleti al mondo. Giovedì 22 Dicembre alle 15.30 gli spettacoli nel centro di Madonna di Campiglio scalderanno l’atmosfera in vista dell’apertura dei cancelli alle 16.30. Alle 17.45 la prima manche accenderà l’entusiasmo dei tifosi, mentre la seconda e decisiva manche, a partire dalle 20.45, incoronerà il nuovo re della 3Tre. I biglietti per la 3Tre sono disponibili in prevendita sul sito www.3trecampiglio.it.

Turismo in Trentino

Ultime news pubblicate:

» Indice generale delle notizie



Cerca nel sito
Pagina FBPagina Twitter

Calendario eventi Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena



Campanedipinzolo.it - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy