Immmagini di Pinzolo

Campionato italiano sci trasporto infermi Pinzolo




25.01.2018, di Chiara Grassi (letto 942 volte)

La fiaccola olimpica dà il via al 21° Campionato italiano di Sci Trasporto Infermi

Pinzolo, 25 gennaio 2018

Da domani 26 gennaio a domenica 28 gennaio per il ventunesimo anno Pinzolo ospiterà il Campionato italiano di sci riservato agli operatori trasporto infermi. Una manifestazione che è cresciuta nel tempo ed è anche molto attesa dal mondo del volontariato che ogni anno accoglie centinaia di soccorritori in divise catarifrangenti e con mezzi lampeggianti provenienti da tutta Italia, accompagnati da amici e famigliari che non perdono l’occasione di passare un lungo weekend in Val Rendena. Una manifestazione nata in ricordo di Claudio Maturi, volontario che ha perso la vita proprio al rientro da un’operazione di soccorso, a cui si è aggiunto da ormai 14 anni il ricordo di un altro personaggio del mondo del volontariato locale, Pietro Maturi, che della Associazione Soccorso e Trasporto Infermi  STI Pinzolo – Alta Rendena è stato primo Presidente e del campionato di sci è stato ideatore.

L’arrivo delle delegazioni è previsto per domani nel tardo pomeriggio al Paladolomiti dove saranno accolte in perfetto stile trentino con un percorso enogastronomico composto da tanti assaggi di prodotti locali. La degustazione è aperta a chiunque e il piccolo contributo richiesto andrà a finanziare il progetto scelto quest’anno dalla STI. Nemmeno in queste giornate di festa e convivialità, infatti, la STI Pinzolo, dimentica il proprio ruolo sociale e promuove una raccolta fondi per finanziare un progetto nuovo ogni anno. Nel 2017 è stata donata una casetta prefabbricata in legno ad una famiglia di Visso che aveva perso tutto a causa del terremoto mentre quest’anno il raccolto sarà devoluto a favore della Comunità Handicap per il progetto “+ SPAZIO… a SPAZIO APERTO” che coordina attività riabilitative per minori in età il più precoce possibile e l’ampliamento dell’attività di Centro Diurno per giovani-adulti.

Alle 21.00 del venerdì sarebbe in programma la ciaspolata sulla pista da fondo Frassanida a Carisolo ma, molto probabilmente, salterà per via delle previsioni meteo che mettono pioggia battente.

Sabato sarà la prima giornata sulla neve per i soccorritori con la prova alpina slalom gigante alle 9.30 sulla pista “Rododendro”, alla quale si potrà assistere da Pra’ Rodont, grazie alla collaborazione alla collaborazione con le Funivie Pinzolo.
In serata sono in programma due momenti importanti e particolarmente coinvolgenti anche per la popolazione. Alle 17.00 in Piazza San Giacomo, il Corpo Nazionale Soccorso Alpino – Trentino eseguirà una simulazione di ricerca di persona nella neve con i cani da valanga mentre alle 18.30 con partenza da Piazza San Gerolamo lungo viale Marconi si snoderà per il paese la sfilata delle associazioni partecipanti, accompagnati dalle bande comunali di Pinzolo e di Caderzone Terme. La sfilata terminerà in Piazza Carera dove la cerimonia avrà il suo momento clou quando il tedoforo accenderà il tripode olimpico con la fiaccola originale di Cortina ’56. Saluti delle autorità locali e provinciali e poi tutti al Palazzetto dello sport di Carisolo a festeggiare in maschera “Aspettando il Carnevale” nel quale si entrerà proprio domenica 28. Domenica alle 9.00 presso la pista Frassanida di Carisolo partirà la prova nordica di sci da fondo e poi con una spaghettata per tutti ad offerta libera si aspetteranno le premiazioni sempre presso il palazzetto dello sport.

Questa tre giorni viene organizzata ogni anno con grande attenzione ad ogni piccolo dettaglio da parte dei volontari ai quali il Presidente STI Pinzolo, Tiziano Bonenti, rivolge il proprio ringraziamento: “I volontari si dedicano con passione e dedizione a far sì che questo evento sia sempre impeccabile e gradito. E’ un piacere per noi mostrare a tutti i residenti il grande spirito di volontariato che spinge i volontari a prendersi a cuore la vita degli altri ma, soprattutto, è un piacere far respirare ai nostri ospiti il grande spirito di accoglienza del Trentino.”.

STI Pinzolo Alta Rendena

L'Associazione volontari soccorso e trasporti infermi Pinzolo - Alta Rendena è convenzionata con Trentino Emergenza 118 e svolge attività di soccorso e trasporto infermi 24 h su 24 h per 365 giorni anno. L'associazione è composta da 73 volontari i quali riescono a coprire gratuitamente tutta l'attività.
Il territorio di competenza comprende i paesi di Strembo, Bocenago, Caderzone Terme, Giustino, Massimeno, Pinzolo, Carisolo, S. Antonio di Mavignola e relative valli laterali.

Nel 2016 sono stati percorsi circa 50.000 km ed effettuato 1.100 eventi, 36 assistenze a manifestazioni, 1.120 persone soccorse e trasportate. Il monte ore complessivo di volontariato si aggira a circa 23.200 h. volontariati pari a giorni 957 confermando il trend degli anni passati. E' d'obbligo per i volontari la frequenza al corso di aggiornamento di 16 h annue richiesto dalla A.P.S.S.

STI Pinzolo

La scultura di ghiaccio realizzata da Ferruccio Bonapace che ritrae la mascotte del Campionato sita in Piazza Carera
Turismo in Trentino

Ultime news pubblicate:

» Indice generale delle notizie



Cerca nel sito
Pagina FBPagina Twitter

Calendario eventi Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena



Campanedipinzolo.it - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy