Immmagini di Pinzolo

Considerazioni su Pinzolo, la sua gente e l'estate 2011




22.10.2011, di Marzia (letto 2510 volte)

Non avevo mai trascorso le vacanze estive in montagna avevo trent'anni ed ero finalmente in attesa del mio primo figlio. La scelta delle vacenze in montanga fu quasi forzata ci ospitò una cugina di mio marito a Folgarida e fu amore a prima vista, amore coinvolgente, totale. Fu la scoperta incantata dei prati verdi a vista d'occio, del cielo che qui, quando è azzurro lo è di un azzurro più intenso, del giglio martagone, del profilo del Sasso Rosso, che mi salutava appena alzata. Così, quando nacque Sara, decidemmo di investire tutti i nostri risparmi nell'acquisto di un piccolo appartamento, in cui per quasi trent'anni ho trascorso le vacanze, quelle di Natale sugli sci, quelle estive con gli scarponi. Da qualche anno ci siamo trasferiti di quà da Campiglio, l'età richiede un'altitudine più ridotta e una casa più comoda, con l'ascensore per far salire pacchi e
valigie senza fatica. Quando abbiamo scelto Pinzolo, non sapevamo ancora che gli abitanti di questa zona sono totalmente diversi da quelli della val di Sole. Forse l'abitudine di un turismo più antico, forse il fatto di vivere in una vallata così ambpia ha reso più aperto, più cordiale l'animo di chi vi abita, fatto è che abbiamo in poco tempo stretto un'amicizia preziosa e sincera con più persone. E con questi amici trascorriamo la
giornata di ferragosto ormai dal 2007. Proprio in questi giorni ho riordinato le foto, che sono una testimonianza di un'ospitalità generosa, della voglia di stare insieme e dell'ingegnosità del gruppo. Un gruppo nei primi anni più ristretto, ma che si è via via allargato, ed è ormai un'abitudine passare insieme questa giornata. La festa della giovenca di razza Rendena fece nascere due anni fa, l'idea di vestire le donne da "signore di montagna". Fu divertentissima la ricerca dei vestiti, che dovevano essere belli colorati e a poco prezzo. Così durante l'inverno ci fu un impegno febbrile di ricerca, e ferragosto 2010 sarà ricordato per l'arrivo al bar Nazionale di un colorito gruppo di altoatesini e fu la presenza al Maffei di due coppie del sud. Molesi autentici.
Quest'anno è l'anno delle celbrazioni patriottiche e la bandiera tricolore sventolava a ferragosto dalla terrazza fiorita della baita che ci ospitava, e gli uomini erano tutti garibaldini in camicia rossa. Sono giornate straordinarie, per le quali sono molto grata ai miei amici di Pinzolo, esperienze che ti lasciano nel cuore la voglia di ripensare, immaginare qualche cosa di nuovo pre l'anno futuro.
Marzia

Foto di gruppo a Maniva
Turismo in Trentino

Ultime news pubblicate:

» Indice generale delle notizie



Cerca nel sito
Pagina FBPagina Twitter

Calendario eventi Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena



Campanedipinzolo.it - Webmaster: Marco Salvaterra - info@agraria.org - Privacy