Il Giro d’Italia si corre a casa, in modalità virtuale. E Campiglio-Pinzolo rinnovano la disponibilità a essere sede di tappa nell’edizione autunnale 2020

di Apt CampiglioPinzolo

Il Giro d’Italia si corre a casa, in modalità virtuale. E Campiglio-Pinzolo rinnovano la disponibilità a essere sede di tappa nell’edizione autunnale 2020

Il Giro d’Italia si corre a casa, in modalità virtuale. E Campiglio-Pinzolo rinnovano la disponibilità a essere sede di tappa nell’edizione autunnale 2020

In attesa del Giro vero, che in questo momento non si può disputare a causa dell’emergenza sanitaria e che potrebbe essere calendarizzato il prossimo autunno, sabato scorso ha preso il via una Corsa Rosa del tutto speciale: il Giro d’Italia virtual by Enel (#GIROVIRTUAL) che si concluderà il 10 maggio prossimo. Si tratta di 7 frazioni di tappa selezionate tra le 21 inserite nel programma originario del Giro 2020. Tra queste anche le due prove già previste in Val Rendena: la Bassano del Grappa-Madonna di Campiglio alla quale si potrà partecipare da mercoledì 29 aprile a venerdì primo maggio, sfidando l’ultima frazione (25,9 km, 930 m di dislivello) che parte da Villa Rendena e comprende, nel tratto finale, la Grande salita Pinzolo-Madonna di Campiglio; e la Pinzolo-Laghi di Cancano nel Parco Nazionale dello Stelvio, a partire da Bocca di Braulio (30 km, 710 m di dislivello).

Alla linea di partenza 5 squadre di professionisti, la Nazionale italiana maschile e quella femminile, 3 formazioni del circuito donne che partecipano alla Pink Race, grandi nomi del ciclismo del passato e gli appassionati di tutto il mondo.

L’iscrizione è gratuita, basta avere un account Garmin Connect e disponibile in casa un rullo interattivo sul quale posizionare la propria bicicletta.

Sono previste le classifiche Maglia Rosa, Maglia Bianca (giovani) e il Premio Garmin (velocità). La classifica dei professionisti e della Pink Race sarà calcolata a squadre, quella degli amatori sarà invece individuale. Tutte disponibili, ogni martedì e venerdì, al termine di ogni sessione, sul sito www.giroditalia.it.

E mentre la prima tappa San Salvo-Tortoreto a partire da Controguerra è stata affrontabile fino a ieri per gli amatori, i professionisti hanno già messo in campo il loro valore sabato scorso, con l’Astana Pro Team che si è piazzata al vertice della classifica conquistando la Maglia Rosa grazie alla brillante prova di Alexey Lutsenko (miglior tempo di 44’:41’’) in coppia con il giovane Davide Martinelli (1h35’:04’’, il tempo complessivo). La coppia del team kazako è ora in vantaggio di 6’:46’’ sulla Nazionale italiana affidata, nellaprima tappa, a Elia Viviani e all’under 23 Samuele Zoccarato. Al terzo posto troviamo la Bahrain McLaren di Fred Wright e Grega Bole a 9’:40’’.

Nella Pink Race, Maglia Rosa assegnata alla Trek-Segafredo con Elisa Longo Borghini Lizzie Deignan che hanno vinto (2h10’:04’’ il tempo totale), con un vantaggio di 4’:18’’, sulla Nazionale italiana di Maria Giulia Confalonieri Arianna Fidenza.

Oggi è previsto il via della tappa sui colli romagnoli (Cesenatico-Cesenatico 9 Colli da Linaro a Sogliano al Rubicone).

Tra gli altri professionisti di caratura internazionale attesi sui rulli nelle prossime tappe troviamo Primoz Roglic e Jakob Fuglsang. Per la Nazionale italiana del Ct Davide Cassani, Alberto Bettiol, Davide Formolo, Matteo Trentin, Diego Ulissi e Sonny Colbrelli.

Tra le leggende del passato, Ivan Basso, Stefano Garzelli, Alessandro Ballan, Claudio Chiappucci, Andrea Tafi, Stefano Allocchio e Alessandro Bertolini.

Tra le donne, troviamo schierata anche la giovane campionessa trentina della Val di Non Letizia Paternoster.

Il “Giro d’Italia virtual” è anche solidale. Vi è infatti collegata la raccolta fondi a favore della Croce Rossa Italiana (www.retedeldono.it/giro), tra le numerose organizzazioni di volontariato attive in prima linea dall’inizio dell’emergenza sanitaria causata dal Covid-19.

Appuntamento, dunque, per la tappa Bassano del Grappa-Madonna di Campiglio, nella frazione Villa Rendena-Perla delle Dolomiti, dal 29 aprile al primo maggio.

Intanto, il programma diramato dall’Uci (Unione ciclistica italiana) in questi giorni fissa la possibile 103esima edizione del Giro d’Italia il prossimo ottobre. L’ambito turistico Brenta e Adamello ha confermato e rinnovato la propria disponibilità a essere località di tappa anche nell’edizione autunnale, se sarà confermata.

Prima del Coronavirus, nell’edizione del Giro d’Italia di quest’anno, la valle ai piedi delle Dolomiti di Brenta avrebbe avuto una doppia presenza della Corsa Rosa: il 27 maggio la carovana proveniente da Bassano del Grappa avrebbe tagliato il traguardo a Madonna di Campiglio, nello stesso punto dove nel 1999 vinse Marco Pantani, e sarebbe poi ripartita, il giorno dopo (28 maggio), da Pinzolo con mèta i Laghi di Cancano.

Canalone Miramonti
Canalone Miramonti
  • 123
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    123
    Shares