Campiglio: progetto di mobilità integrata

di G. Ciaghi

E’ un progetto costruito assieme dai comuni di Pinzolo e di Ragoli col supporto di Oeko-Institut e Qnex. E’ frutto anche di una serie di focus group, di interviste individuali, di analisi e confronti con esponenti dei diversi settori della vita imprenditoriale e sociale operanti sul territorio. Lo scorso marzo è’ stato illustrato ai rappresentanti delle diverse categorie economiche, che lo hanno sottoscritto, e discusso in Consulta frazionale; dove ha incontrato apprezzamento ed è stato fatto proprio dall’ente. Si propone di attivare un sistema che integri in maniera armonica la mobilità dei veicoli privati con quella dei pedoni e il trasporto pubblico allo scopo di riqualificare la località nell’interesse della stazione e dell’intera valle. Infatti, articolato per moduli realizzabili in tempi diversi, rappresenta un momento importante del piano di sviluppo sostenibile dell’intera Rendena. Quale priorità i campigliani si sono dati l’impegno di ricercare le risorse finanziarie per partire con alcune iniziative già questa primavera. A Madonna infatti, dati i suoi 1.500 metri di altitudine, sono pochi i mesi in cui le imprese possono tener aperti i cantieri, e bisogna approfittare della bella stagione per avviare certi lavori. Come, ad esempio, quelli necessari al collegamento della zona Belvedere con Campo Carlo Magno, uno degli obiettivi più sponsorizzati.[/A_CAPO]

Madonna di Campiglio
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •