Circonvallazione: Riflessioni sulla firma per salvare la Pineta

di Maria Caola

Ho iniziato oggi a raccogliere firme, bussando alle porte, per chiedere alle persone di dire NO, la pineta non si TOCCA! Il Sarca non si TOCCA!

E’ davvero faticoso esporsi anche se sei convinto che ciò che chiedi sia giusto.



Per fortuna ho incontrato anche persone decise e convinte che non mi hanno chiesto troppi perché, che da semplice cittadino non saprei neppure spiegare, in quanto si sono già fatte una propria idea chiara in merito.



Mi rattrista però che alcune delle persone interpellate, pur pensando che l’area verde vada salvaguardata, non se la sentano di far sentire la loro voce…PERCHE è POLITICA, perché sono un amico del sindaco di uno o dell’altro paese, perché devo salvare i buoni rapporti con il comune, perché tanto fanno quello che vogliono.



Permettetemi alcune precisazioni.



Innanzitutto la firma non è politica, altrimenti non la chiederei, ma solo espressione di una volontà di salvaguardia del nostro territorio a cui vogliamo molto bene e che non ha nulla a che vedere con le logiche di partito o di potere.



Se poi un’amicizia mi obbliga a non esprimere ciò che veramente credo ma ad adattarmi al pensiero altrui uccidendo la mia libertà, credo sia, più che un’amicizia, una vera sudditanza.



Se infine un pubblico amministratore non considera nello stesso modo il cittadino che la pensa come lui, e quello che è portatore di un’idea diversa oppure non presta la giusta attenzione a tutte le opinioni cercando solo di far prevalere la propria… ognuno può trarre le proprie conclusioni.



Infine vorrei sottolineare che è ovvio che gli amministratori da noi eletti e che ci rappresentano, facciano quello che vogliono se nessuno si fa sentire chiedendo chiarimenti, cercando di capire, proponendo alternative…

Ma allora perché spesso le stesse persone criticano i loro amministratori, siano essi del presente o del passato? Se non ci facciamo sentire significa che la tangenziale in Pineta e su lungo il Sarca, dietro alle nostre case, in mezzo al nostro verde ci piace, ci soddisfa, è la scelta migliore che si possa fare e per la quale un domani i nostri figli saranno fieri di noi!



Con tutto il rispetto per il pensiero altrui, che ritengo libero come desidero sia libero il mio… vorrei che per una volta lasciassimo perdere le paure di… “ritorsioni” prossime future ed esprimessimo, come cittadini, semplicemente la nostra volontà. Tutto ciò è perfettamente legale, anzi è doveroso, in un paese che va fiero della propria DEMOCRAZIA.



Grazie a chi ha letto fin qui…

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •