Strembo: Nonno Gino cattura una trota di quasi 2 chili e mezzo

di G. Ciaghi

Gino Nella è sempre di corsa. Quando non va nel bosco a tagliare la legna o non si dedica alle faccende di casa, tenere l’orto e tanto altro, scappa lungo le rive della Sarca con la canna da pesca, lontano da tutti, in piena libertà. Pescare è una passione più forte di lui. Ed è comprensibile dopo una vita da arrotino nelle nebbie di Londra. L’altro giorno ha avuto anche la fortuna di abboccare una trota fuori dall’ordinario, e la pazienza e l’abilità di trascinarla a riva e di catturarla. Cosa non facile con una lenza sottile e la corrente che aggiungeva forza alla resistenza dell’animale. Tanto è avvenuto a Strembo, là dove il fiume si allarga in un piccolo laghetto, abitato dai cigni e tappa di aironi e germani reali nelle loro migrazioni stagionali. Con quanta soddisfazione l’abbia portata a casa ai suoi nipotini, che lo hanno festeggiato con gioia, orgogliosi di lui, si può vedere dalla foto allegata.[/A_CAPO]

Nonno Gino mostra la trota appena pescata al nipotino
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •